Martedì 1 giugno alle ore 11.00 si è svolta nel salone d’onore presso la Prefettura di Novara la cerimonia di conferimento delle onorificenze al merito della Repubblica a 15 cittadini novaresi, tra cui il nostro Alfiere Pierino Perolio. In divisa di “ordinanza”, accompagnato dalla nipote Silvia e scortato” dal capoGruppo Paolo Jean e dal consigliere Biagio Mitidieri, Pierino Perolio ha ricevuto dalle mani del Sindaco Giuseppe Fasola il diploma ufficiale di conferimento dell’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Erano presenti, in un salone gremitissimo, le massime autorità cittadine e provinciali, nonché una folta rappresentanza di parlamentari e sindaci novaresi. Questa la motivazione, letta al momento della consegna del diploma: Pierino Perolio, chiamato alle armi nel 1940, è stato impegnato tra la truppe alpine della Divisione Taurinense prima sul fronte francese e poi nel 1941 in Serbia-Montenegro; dopo avere resistito con i resti del Battaglione sia ai tedeschi che alle formazioni titine, è stato fatto prigioniero dai tedeschi, ritornando in Italia nell’estate 1945. Per avere salvato in Serbia- Montenegro il proprio Capitano di Compagnia, fu insignito della Croce di Guerra al Valor Militare. Iscritto all’Associazione Internati della 2 a Guerra Mondiale, dal 1946 è iscritto all’Associazione Nazionale Alpini e dal 1995 è Alfiere del Gruppo ANA di Maggiora; in ogni occasione si è distinto per l’assiduità, la passione e l’orgoglio di portare il gagliardetto del Gruppo, dimostrando profondo amore di Patria e destando sincera ammirazione nelle manifestazioni cui partecipa. Consegna il diploma il Signor Sindaco di Maggiora, signor Giuseppe Fasola. Tutto il Gruppo Alpini rinnova al proprio Alfiere le più calorose congratulazioni e, per degnamente festeggiare l’avvenimento, organizza per il 18 giugno, con il gradito patrocinio dell’Amministrazione Comunale, una serata di canti alpini, come da programma in via di definizione e che sarà a breve disponibile nel sito. Si desidera ringraziare l’alpino Carlo Righetti che ci ha fornito le fotografie della cerimonia.