08-05-17 Alpini e CRI incontrano le scuole di Maggiora

Categories: 2017,in evidenza,incontri

A due anni dall’incontro con la vedova dell’avv. Ambrosoli, lo scorso lunedì 8 maggio gli Alpini di  Maggiora hanno nuovamente dato appuntamento alle ultime tre classi della Scuola Primaria.

Allora il tema era di richiamare il valore del dovere, come mezzo per vivere i propri diritti: doveri e diritti tra loro inscindibili, non ci sono diritti senza doveri e viceversa. Quest’anno si è proposto un passo ulteriore: la scelta del volontariato, la scelta libera e personale di andare al di là della stretta osservanza dei propri doveri, per rendersi disponibili a favore degli altri, di tutti gli altri.

Hanno portato la loro esperienza di volontariato gli Alpini della squadra di protezione civile della Sezione ANA Cusio-Omegna e i volontari della Croce Rossa di Borgomanero. I primi erano rappresentati da Augusto Cerutti e dal Presidente Euridio Repetto, veterani di tanti interventi in occasione di calamità naturali: dai terremoti in Abruzzo, Emilia e Marche, alle alluvioni di Alessandria e Asti.

I volontari della CRI  (che celebrava proprio in quel giorno la sua Giornata Internazionale) Armando Gallo e sig.ra Sonia  hanno illustrato le motivazioni umanitarie che nel lontano 1859 hanno spinto Henry Dunant a fondare la Croce Rossa (ora “Croce e Mezzaluna Rossa”) e i  principi fondamentali che ispirano la sua attività.

E’ stato anche ricordata l’attività delle tantissime (quasi 400) associazioni di volontariato operanti nel solo territorio della nostra Provincia, in tanti settori; per Maggiora un grato accenno è stato rivolto all’AVIS comunale, che per la prossima domenica 14 maggio ha organizzato una giornata per la donazione del sangue.

Dopo aver risposto alle tantissime domande dei presenti, i volontari hanno illustrato le varie attrezzature di un’ambulanza, opportunamente posteggiata nel cortile delle scuole, con dimostrazioni pratiche che hanno scatenato l’interesse e l’entusiasmo dei 49 scolari delle tre classi.

Un ringraziamento va rivolto anche al Sindaco Fasola, che ha messo a disposizione il locale della Biblioteca e che non ha mancato di portare il suo saluto agli scolari e alle loro insegnanti.